Zeitgeist: addendum

A Zeitgeist: the movie è seguito Zeitgeist: addendum, diretto, prodotto e distribuito da Peter Joseph (come l’altro).

Contestazioni

A differenza del primo, tuttavia, in questo le teorie cospirazioniste lasciano il posto a una discussione sul sistema della Federal Reserve in Usa, sulla Cia, sulle corporazioni americane e altro, e si conclude con la presentazione del Venus  Project dell’ingegnere sociale Jacque Fresco. Secondo Peter Joseph, il video vuole individuare le radici della corruzione sociale ormai dilagante e offrire una soluzione, piuttosto ambiziosa, basata sul boicottaggio delle banche, dei media, del sistema militare e delle multinazionali dell’energia, per “eliminare ogni barriera che divide gli uomini”. Secondo quanto riportato dal “New York Times”, la missione di Peter Joseph e del suo movimento consiste nell'”applicazione del metodo scientifico al cambiamento sociale”.

Soluzioni

Il quotidiano Usa rileva inoltre come nell’Addendum siano assenti le teorie cospirazioniste che avevano caratterizzato (e fatto criticare) il primo episodio, dirigendosi invece verso la progettazione di azioni in grado di offrire un’alternativa ai mali del sistema bancario e un rimedio ai pericoli di un’economia largamente basata su debiti e miseria di molti. Nella parte dedicata a un’intervista a Fresco, questi propone numerose soluzioni per migliorare il globo: in materia energetica, di trasporti e di lavoro, utilizzando quella stessa tecnologia che mette in ginocchio tanta parte dell’umanità: “Abbiamo la tecnologia per dare case e ospedali a tutta la popolazione”. Utopia? O ideali?

VIDEO: ZEITGEIST – ADDENDUM

 

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *