Wc toilette

wc toilette

Lettore, leggi la scenetta e risolvi la situazione, o modificala, con le maniere migliori che riesci a pensare. Anche se non mi hai mai scritto, comincia ora. Inviami il tuo testo entro domenica prossima. Saranno gradite anche citazioni stimolanti sull’argomento. Le risposte migliori verranno pubblicate nella vetrina entro il lunedì successivo. Alla fine dell’anno «scolastico» si vincono altri tre libri (i primi tre sono stati già vinti e spediti), assegnati a suo capriccio da uno dei curatori del sito.

Carla Muschio
Scrivimi e visita il mio sito

A conclusione di un convegno di lavoro c’è una cena di gala al ristorante. I posti sono assegnati e Carlo si trova seduto tra la dottoressa Rossi, una collega carina e spiritosa, e il signor Goccia, uno dei maggiori esperti nel loro campo, ma tanto noioso quanto è preparato.
Le peggiori aspettative di Carlo non tardano a realizzarsi. Già a metà dell’antipasto Goccia ha iniziato una dettagliatissima relazione su una nuova tecnologia appena messa a punto. Carlo pensa: «Avrei bisogno di andare in bagno», ma sopporta, aspettando una pausa nella conversazione.
La pausa tarda a venire e in Carlo il desiderio del bagno si fa dominante, non riesce neanche più a seguire la spiegazione.
Fa per dire: «Un momento, avrei bisogno di assentarmi», ma Goccia insiste: «Aspetti, signor Carlo, mi lasci finire».
Che fare?

Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *