Vicissitudini di una scatola di cioccolatini

cioccolatini-in-scatola

Lettore, leggi la scenetta e risolvi la situazione, o modificala, con le maniere migliori che riesci a pensare. Anche se non mi hai mai scritto, comincia ora. Inviami il tuo testo entro lunedì prossimo. Saranno gradite anche citazioni stimolanti sull’argomento. Le risposte migliori verranno pubblicate nella vetrina entro il giovedì successivo. Alla fine dell’anno 2014 si vincono tre libri, assegnati a suo capriccio da uno dei curatori del sito.

Carla Muschio
Scrivimi e visita il mio sito

Un giorno d’inverno Gloria ricevette alcuni amici per una partita di bridge. Lorella portò una grossa scatola di Mon Chéri, i Rossi un bel mazzo di fiori. Per la merenda Gloria aveva già preparato dei tramezzini e una torta di pere e cioccolato e la scatola di cioccolatini rimase dimenticata. Partiti gli ospiti, Gloria mise la scatola in un armadietto, insieme ad altri regali alimentari “da riciclare”. Quando andava in visita e si sentiva di dover portare qualcosa, attingeva da quel fondo. La scatola di Mon Chéri venne usata come regalino di Natale all’uomo che puliva le scale del suo condominio. Ramon, l’uomo delle pulizie, regalò la scatola alla moglie per Natale, ma Rosa, la moglie, che aveva ricevuto molti dolciumi per quelle feste, non aprì la scatola e la portò in dono a una festa di Capodanno. I padroni di casa si ripromettevano di offrire i Mon Chéri dopo il cenone, ma se ne dimenticarono.
Gina, che ora deteneva questi cioccolatini viaggiatori, li offrì in dono a Sofia, la bambina di cui lei era baby-sitter nel pomeriggio dopo la scuola. I genitori della piccola Sofia erano severi, non le permettevano di mangiare dolci. La scatola di Mon Chéri venne sequestrata e finì dimenticata nella dispensa.
Alla fine di maggio Gaia, la mamma di Sofia, venne invitata, insieme ad altre amiche, per un tè a casa di Lorella. Era in ritardo, non sapeva cosa portare, le vennero in mente i Mon Chéri. Li avvolse in una bella carta e li consegnò alla padrona di casa.
Lorella volle aprire subito il pacchetto e anche la scatola di cioccolatini alla ciliegia, che lei amava particolarmente. La mise in tavola e ne prese subito uno. Lo scartò: era un grumo scuro punteggiato di bianco da cui sporgeva una goccia rossa di sciroppo rappreso. Imbarazzata, richiuse subito la scatola e la portò in cucina.

Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *