Vetrina: Pelleas e Ettard

howard-pyle-sir-pellias

La vetrina di questa rubrica presenta le migliori risposte dei lettori sull’argomento della settimana precedente. Il mio contributo è il finale della storia scritto da me, esattamente come per i lettori.
Non è necessario partecipare ogni settimana, ma alla fine dell’anno «scolastico» i lettori più brillanti e costanti riceveranno in dono un libro offerto dalla redazione di daParte, come di consueto. Quindi, scrivetemi!
(Cliccate sulle linguette delle schede per proseguire. Nell’immagine, un disegno di Howard Pyle raffigurante Pelleas).

Carla Muschio
Scrivimi e visita il mio sito

Finale

In Pietro rinasce la speranza. Alla mensa, spia Ester e Daniele che parlano fitto e spera che si ricordino di lui. I giorni passano, però, senza che Daniele si faccia sentire. Una mattina Pietro si trova a passare in macchina sulla via del lavoro sotto la casa di Daniele e lo vede uscire dal portone insieme a Ester. È costretto a capire che Daniele e Ester sono amanti. Bell’ambasciatore! Rimane così male che non riesce neanche ad andare a lavorare quel giorno.
Quando Pietro torna al lavoro trova una nuova collega, Nina, la nuova redattrice della collana di architettura. I due legano subito e legano così tanto che Pietro confida a Nina le sue pene d’amore. E lei propone: «Vuoi affidare a me la vendetta?».
Pietro accetta. Nina si fa presentare Ester e le dice come per caso che Pietro ha tra le mani un progetto che richiede un bravo grafico. Ester corre da Pietro con un sorriso smagliante e come se niente fosse lo invita a cena, concludendo: «Così parliamo anche del tuo nuovo progetto».
Pietro è disgustato. Dà alla donna della cinica e opportunista e le dice di non farsi più vedere.
Presto Nina e Pietro si innamorano di amore vero. Intanto Daniele si rende conto della vacuità di Ester e la lascia. Rimasta sola, la donna capisce di aver perso in Pietro una persona preziosa che per di più ora, all’improvviso, le piace.

Vetrina

FRANCESCA TADDEI
Ammettiamo pure che Daniele si adoperi davvero per aiutare l’amico e non per suoi fini; con tutta probabilità Ester non si smuoverà di un millimetro. È evidente infatti che ha solo finto interesse verso Pietro per entrare nella casa editrice; una volta ottenuto il posto, tanti saluti.
Lo stesso farà con chiunque.
La cosa migliore per Pietro sarebbe: a) rendersi ben conto del tipo di persona con cui ha a che fare b) evitare per dignità qualunque ulteriore sbavamento nei suoi confronti c) attendere l’occasione in cui potrebbe di nuovo rivelarsi utile per la carriera della fanciulla, per chiuderle la porta in faccia.
«Siediti sulla riva del fiume, aspetta, e prima o poi vedrai passare il cadavere del tuo nemico», diceva qualche saggio.

 

LODOVICO RE
Fu così che Daniele prese a frequentare Ester con sempre maggiore assiduità. La loro intesa apparve a tutti molto chiara e i due si confidavano su mille cose. Pietro dapprima speranzoso per il rapporto con Ester, subdolamente, e con sua grande sorpresa, giorno dopo giorno vide insinuarsi dentro sè il tarlo della gelosia.
Fu così che cominciò ad immaginarsi il letto dei due amanti vedendoli più perfetti che mai.
Venne quindi il giorno che Pietro prese il coraggio a due mani e una sera invitò Daniele a casa propria. Voleva essere carino con il suo amico: gli preparò una buona cena in un clima per quanto possibile rilassato. Ed affrontarono anche l’argomento difficile della gelosia. Daniele fu veloce nel parare la cosa e ben presto la verità venne a galla. I due si amavano follemente. E approfittando delle nuove leggi in questo senso, Pietro e Daniele si sposarono in pochi mesi.

 

PAOLA
Daniele si avvicina ad Ester, la quale non potendolo sfruttare, lo tiene a distanza.
Ma Daniele capisce subito il tipo di persona che ha davanti e mette in guardia Pietro.
Pietro sconfortato e dolorante non può che arrendersi all’ evidenza.
Esce a festeggiare con l’ amico chiacchierando di nuovi possibili amori.

 

ELENA TRABAUDI
Daniele aveva già notato Ester e gli era apparsa degna di nota; d’altra parte sa di essere affascinante. Quindi quando la avvicina come ambasciatore da parte di Pietro immagina di far subito breccia nel suo cuore. È grande il suo stupore nel trovarla del tutto disinteressata sia all’uno che all’altro.
Riferisce all’amico la sconfitta senza entrare nel dettaglio, senza dirgli che anche lui, Daniele, è interessato a Ester. Però non si dà per vinto e così un giorno, non visto, la segue fino a casa. E vede una dolce fanciulla bionda che le apre la porta sorridendo, e poi le due scambiarsi un bacio e entrare abbracciate. E il bello è che non può neanche riferire all’amico ciò che ha visto: infatti come potrebbe spiegargli il motivo per cui l’aveva seguita di nascosto?

Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *