Vetrina: maschere di bellezza

mascherabellezzavetrina

La vetrina di questa rubrica presenta le migliori risposte dei lettori sull’argomento della settimana precedente. Il mio contributo è una citazione, presa da uno dei tanti manuali di etichetta. Valuterai tu se la sentenza citata getta una luce che avvia a una soluzione o spinge invece verso un conformismo cieco.
Non è necessario partecipare ogni settimana, ma a Natale i lettori più brillanti e costanti riceveranno in dono un libro offerto dalla redazione di daParte. Quindi, scrivetemi!
(Cliccate sulle linguette delle schede per proseguire. L’immagine proviene dal libro
Masquerade di Inge Morath & Saul Steinberg, pubblicato negli anni 1960).

Carla Muschio
Scrivimi e visita il mio sito

Citazioni

One-Night stand [una notte e via] (…) Una volta che siete in camera da letto, scordati tutta la routine di detergente, tonico, idratante che applichi prima di andare a letto. Lascia stare il trucco così com’è, lascia il pigiama nel cassetto. Dì quello che c’è da dire per evitare malattie e frutti dell’amore e avanti.

(tradotto da Fleur Britten, Etiquette for Girls, Debrett’s 2006, p. 123

Vetrina

Luciano
Non penso che il contesto proposto richieda grandi accorgimenti da parte della fanciulla. Questo amico, che cerca accesso presso l’amato bene perché dice di aver fame e non ritiene di suggerire un locale idoneo al dopoteatro, sarà gratificato con pane e salame e potrà ben accettare che l’amata concupita si bisunga con la miracolosa crema. Al più riterrà trattarsi di un intrigante gioco erotico!

Elena Trabaudi
Sono sicura che Natalia nemmeno ci penserà alla sua cura di bellezza; tanto più che, strano a dirsi, ha già dato i suoi frutti!
Piuttosto dovrà stare attenta a nascondere maschere e unguenti vari eventualmente lasciati in giro per casa, sulla mensola del bagno, ecc…Non sarebbe carino che Umberto scoprisse tutto il daffare che lei si è data per piacergli: si sentirebbe un po’ accalappiato, e questo, secondo me, farebbe passare la poesia a chiunque.

Francesca Taddei
Beh, direi che la cura di bellezza ha già sortito il suo effetto, quindi per quella sera si può tranquillamente soprassedere!
Natalia deve intanto gustarsi il momento; se vuole, dalla sera dopo può proseguire con qualche cura “di mantenimento” (anche per sfruttare il kit che ormai ha avviato e che sarebbe un peccato sprecare…). Ma soprattutto dovrà ringraziare la sua amica: il suo regalo ha avuto effetti superiori alle aspettative!

Lodovico
Va bene l’impulso romantico, ma un piano di restyling cosmetico come quello Natalia non lo butta via. Con un escamotage si chiude in bagno e seppur in formula un po’ ridotta applica quel che c’è da applicare. Lui Umberto stranamente non si mostra  così perplesso od ostile all’attesa. Ma perché? Anche lui ne approfitta, si infila nel bagnetto di servizio: no, non può interromperla la sua cura di crema antibrufoli.  E poi, cascasse il mondo, lui la sera i denti se li deve lavare e bene.

Filippo
Natalia è imbarazzata sul da farsi ed opta per un programma di minima: si metterà solo quella crema preziosissima all’uovo che conserva in frigorifero, chiedendo solo due minuti per sé. Apre il frigo, ma ahimè, il vasetto non c’è più….si volta ed eccolo là il vasetto, svuotato ed appoggiato  nel fondo del lavandino. Ora capisce  perché Umberto parlasse della maionese, «molto originale», trovata  nel frigo e che lei non ricordava proprio di avere comperato.

Rosa
La terapia estetica aveva fatto effetto, le creme non servivano più ed il segreto della bellezza probabilmente disvelato: la bellezza ci  veste quando ci sentiamo amati.

Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *