Vetrina: imparare le lingue

vetrina_lingue

La vetrina di questa rubrica presenta la mia lettura dell’allegoria pubblicata la settimana precedente, seguita da una scelta di quelle inviate dai lettori. Non è necessario partecipare ogni settimana, ma a Natale i lettori più brillanti e costanti riceveranno in dono un libro offerto dalla redazione di daParte. Quindi, scrivetemi!
(Cliccate sulle linguette delle schede per proseguire).

Lettura

Un proverbio francese recita: «Se gioventù sapesse, se vecchiaia potesse». Sarebbe bene acquisire la saggezza, conoscere il manuale d’uso per la vita, il prima possibile, così da poter operare scelte esistenziali di cui non doversi pentire. Più tardi si acquisisce la saggezza, meno tempo rimane per praticarla.

Vetrina

Elena Trabaudi
Lo sport andrebbe iniziato da piccoli: si è più agili, più coraggiosi perché non si è ancora sviluppato appieno il senso del pericolo. E soprattutto a quell’età possiamo avere un imprinting positivo, visto che il territorio della nostra psicomotricità è ancora plasmabile.
Penso allo sci, al nuoto, al tennis. Si possono incominciare queste discipline anche da adolescenti, ma è difficile che si riesca a «entrare» davvero nei movimenti; tutt’al più si potranno affrontare sport che implichino i gesti di base, come l’atletica (visto che il correre, saltare e lanciare sono movimenti più istintivi); oppure gli sport di squadra.
Da adulti si può provare a praticare uno sport, sapendo che è una sfida abbastanza complicata, così da non demoralizzarsi al primo fallimento. Però a qualunque età si può camminare, meglio se in natura; alcuni specialisti sostengono che anche la corsa aerobica (lunga e lenta) sia adatta a tutti e a tutte le età. Provare per credere!

 

Francesca Taddei
Se si prova a insegnare a un bambino piccolo a fare una capriola, in genere si riesce nell’intento nel giro di poco tempo. Se il bambino è sufficientemente sveglio e curioso, basterà mostragli varie volte il movimento e lui proverà pian piano a imitarlo, fino a riuscire a riprodurlo più o meno bene.
Apprendere una cosa del genere da adolescente diventa invece più difficile. Infatti, sebbene l’insegnamento di qualunque cosa sia teoricamente più facile con un interlocutore in grado di capire meglio le indicazioni, entrano in gioco anche altri fattori. Un ragazzo (e più ancora una ragazza) che non ha imparato nell’infanzia a fare certi movimenti, si vergognerà di questa «incapacità» e tenderà a opporre un atteggiamento di rifiuto totale.
Naturalmente la disponibilità ad imparare non può che diminuire con il passare degli anni, e così quasi nessun adulto riterrà necessario imparare a fare una capriola, o qualsiasi altro movimento che richieda una qualche coordinazione o agilità. «A cosa mi servirebbe?», si domandano probabilmente costoro. Deve averlo pensato anche la mia nonna paterna. Quella che, nel rifarmi il letto «a cancelli» quando ero piccola, si sporse troppo e ci cadde dentro, rimanendo con le gambe per aria. Non riuscì a riemergere da quella posizione da sola e dovette attendere l’arrivo del marito, per essere liberata.

 

Rosa
Di solito si sente dire che quanto più precocemente si è esposti a una seconda lingua tanto più compiutamente questa sarà appresa. In realtà nel bilinguismo precoce ci sono dei pericoli.
Un pericolo che vedo è quello di un apprendimento troppo precoce quando il bambino non ha ancora ben familiarizzato con una prima lingua. Ho conosciuto un ricco commerciante  ebreo che ha vissuto fin da piccolo una  vita da diaspora apprendendo di necessità molte lingue. Purtroppo però non ve ne era nemmeno una che lui parlasse davvero bene: al meglio le conosceva solo a metà. Come se non avesse mai avuto il tempo di distinguere tra una lingua e l’altra fino in fondo.
Insomma direi che  quanto prima ci mettiamo a imparare tanto meglio sarà, a condizione che  noi si sia raggiunto un momento ideale di maturazione ricettiva per l’apprendimento.

Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *