Vetrina: cutrettole

Western Yellow Wagteil

La vetrina di questa rubrica presenta la mia lettura dell’allegoria pubblicata la settimana precedente, seguita da una scelta di quelle inviate dai lettori. Non è necessario partecipare ogni settimana, ma a Natale i lettori più brillanti e costanti riceveranno in dono un libro offerto dalla redazione di daParte. Quindi, scrivetemi!
(Cliccate sulle linguette delle schede per proseguire).

Carla Muschio
Scrivimi e visita il mio sito

Lettura

L’insetto parassita, tormento della pecora, è ghiotto cibo per la cutrettola, che volentieri ripulisce il vello dell’animale. Ecco il caso di due esseri che si aiutano a vicenda senza fare alcuno sforzo. Così, secondo un proverbio ebraico, dovrebbero essere i rapporti economici: «Gli affari sono buoni quando guadagnano ambedue le parti».
Nei rapporti tra le persone, è bello quando il vantaggio dell’uno è direttamente proporzionale a quello dell’altro. Un esempio. Quando scrivevo il mio libro di cucina russa e volevo provare tutte le ricette prima di pubblicarle, i miei amici erano molto felici di aiutarmi a mangiare quei piatti.
Quando studiavo all’università cominciarono ad arrivare in Italia i primi immigrati russi. Quelli di noi che dedicarono del tempo ad aiutarli a inserirsi impararono così tanto da quei contatti da riuscire a laurearsi più facilmente rispetto a chi aveva continuato a studiare russo sui libri senza lasciarsi distrarre dai problemi dei nuovi immigrati.
E che dire delle cutrettole nei campi di zucchine? È commovente vedere quanto la necessità aguzzi l’ingegno.

Vetrina

Francesca Taddei
Nel mondo animale non sono così rari i rapporti simbiotici in cui due specie diverse convivono a stretto contatto traendone reciproco vantaggio. E ci sono anche molti casi di proficuo scambio tra piante e animali. Per fortuna questo può accadere anche tra esseri umani. A livello pratico ci si può scambiare oggetti, tempo, mano d’opera; soprattutto in tempi di crisi economica è importante questo baratto: io ti passo le attrezzature dei bambini, tu mi aiuti in un trasloco, un terzo mi dà una mano con l’informatica, un quarto dà ripetizioni a tuo figlio… una rete di aiuti reciprochi a costo zero! Ma lo scambio può essere anche emotivo, o culturale, e in questo caso si parla di amicizie, di sodalizi. Se alla base c’è davvero la voglia di collaborare, di condividere, il risultato è meraviglioso. Posso garantire che con le persone giuste funziona!

 

Rosa
Fratelli Cutrettola, un’azienda leader negli strumenti di pulizia, vincitrice di numerosi premi, esporta in tutta Europa. I suoi strumenti -dall’accurato design ergonomico – garantiscono una velocità ed un’accuratezza superiore del 30% rispetto a tutti gli altri strumenti di pulizia e si adattano ai più diversi contesti. I suoi prodotti sono il risultato di anni di ricerca e sviluppo. Seguiteci su Twitter.

 

Elena Trabaudi
Ci sono persone che si adattano magnificamente all’ambiente circostante, dal quale traggono grandi benefici in cambio di favori. Di solito non sono tra i miei preferiti. Certo c’è modo e modo di servirsi degli altri, però non posso farci nulla: per me l’amicizia dev’essere gratuita, data e ricevuta per simpatia disinteressata.
La cutrettola del testo, poi, in seguito al cambiamento delle attività umane, si è adattata a vivacchiare nascondendosi, in attesa di spiccare il volo verso lidi più caldi. E in questo caso quale categoria di persone viene in mente, se non i perseguitati di qualunque latitudine e per qualunque ragione?

 

Pietro V.
Hanno cantato gli Afterhours: «Mentre ti rubo energia / poi tu ti rubi la mia / donami una vacanza di pietra / senza memoria concreta / senza tragedie o rumore / che niente si possa svegliare» (evito un paio di versi con parole osé). Io credo che tutto stia in questo concetto di furto-dono, di un consapevole baratto emotivo, di uno scambio in cui si guadagna alla pari, togliendo la tristezza della consegna a un sonno che troppo assomiglia alla rassegnazione degli ultimi versi. E credo che la categoria del baratto, così antica e umana, in questi tempi di valori immateriali (a cosa equivale un euro? a fluttuazioni borsistiche) che non hanno più corrispondenza nel concreto, possa davvero dirci qualcosa di più umano, come tante cose che ci insegnano gli animali.

Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *