Tuto lo die et tuto de la nocte / All day and all of the night

tutolodie

(Traduzione curata da Andrea “Valerio” Del Cantone di All day and all of the night, dei Kinks – cliccare sul titolo per il testo originale).

Di nuovo il tempo, contenitore dei nostri momenti di gioia e al contempo duro tiranno che ce li lesina, come ben sanno gli innamorati, gli amanti (anche il vostro, immagino).

Non me felicito di teco stare
il die, i’ vorria teco durare
tuto lo tempo. Ver, d’ogne momento
lo sol sanza fallanza è teco, ‘l sento.

Zita, vorria tuto ‘l tempo – cossuto
et crudo, incignando e anco diruto [1] –
teco ristarme, è diro Crono muto [2],
tuto lo die et de la nocte tuto.

I’ credo: tu meco e i’ teco d’aimai
innanzi [3] adduramo, sanza dilai [4].
tododie et de la nocte tuto, zita,
de lassarme lunge caccia la cuita [5].

[1] Il tempo “cotto e crudo”, il tempo “da incominciare e già distrutto”: il tempo passato e il tempo futuro.  [2] La “dira”, crudele, divinità dello scorrere del tempo tace: il cantore torna sull’eternità degli attimi da trascorrere con l’amata. [3] “D’aimai innanzi”: d’ora in avanti, per sempre. [4] “Dilai”: dilazione di tempo. [5] “Cuita”: preoccupazione, cura.

Informazioni su Mastro Giulio

Nacqui, conobbi la letteratura, conobbi il rock'nroll, li fusi.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *