Turisti per Chania (parte I)

elmi MODLIGHT

Ho conosciuto degli archeologi italiani che hanno scavato a Creta in località di campagna e conservano il ricordo più bello di quel periodo. Vivevano presso i contadini, condividendone la vita. Conoscevano la lingua, quindi era facile per loro inserirsi nella struttura sociale.

kitsch MOD LIGHT

Io ho percorso quelle stesse campagne, anni fa, ammirandone la pace e la bellezza, ma considerando che purtroppo non avrei potuto fermarmi a soggiornare lì, se non facendo prima l’investimento cognitivo di studiare almeno un po’ la lingua e la cultura greca. In un villaggio dove non ci sono alberghi, dove si parla solo greco, è quasi impossibile soggiornare.

Moskva market 2 MOD LIGHT

Perciò devo essere grata, con la mia quasi totale ignoranza del greco moderno, all’industria turistica che si è sviluppata a Chania, che rende possibile, anzi, facile e invitante, fermarsi qui, godere della sua arte e del suo mare.

palloncini MOD LIGHT

Ci sono tuttavia varie modalità e vari gradi di profondità nell’incontro tra gli abitanti di un luogo e i turisti che lo visitano. Ho visto posti totalmente asserviti ai gusti dei turisti, altri poco turbati e quasi ostili ai visitatori di altre terre. Chania si colloca a mio parere a metà di questa gamma.

3 kings MOD LIGHT

Comincerò col descrivere i turisti. Il gruppo dominante è quello dei russi. Si sa che nel turismo uno tra l’altro e così, individuata Chania, molti russi trascorrono le vacanze qui. Alcuni comprano case. Infatti c’è un’agenzia immobiliare in centro con annunci in cinese e russo: evidentemente, i loro principali clienti. C’è addirittura un negozio di gastronomia russa, per chi ha nostalgia del cibo patrio.
I russi che si incontrano qui si riconoscono solo dalla lingua. Di aspetto, sono simili ai francesi, inglesi, italiani, tedeschi, scandinavi che costituiscono il resto della comunità turistica. La specificità sovietica (di cui avrei conosciuto ogni piega) è stata lasciata alle spalle. I turisti sono in genere coppie o gruppi di giovani, famiglie con bambini, qualche anziano. Tra tutte le età e le nazionalità, in questa estate 2014 sono state occupate tutte le strutture ricettive della città. Bello per i greci e la loro tormentata economia!

Carla Muschio
Scrivimi e visita il mio sito

Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *