Trento. 1. Dove abbondano le aquile

aquila

Lo stemma di Trento è un’aquila corrispondente a questa descrizione: nera, rostrata, armata e munita sulle ali di due gambi trifogliati d’oro, linguata e cosparsa di fiammelle rosse. Si tratta dell’aquila di San Venceslao e venne adottata come emblema della città dal principe vescovo Nicolò da Bruna (Brno, la capitale della Moravia), nel 1337. Da allora l’aquila ha protetto come ha potuto la pace e l’ordine della città e la sua immagine è stata usata con larghezza per decorare tutte le istituzioni, dai palazzi nobiliari ai tombini delle strade.

 

Quando Trento passò sotto il dominio austriaco il simbolo dell’aquila rimase, ma con un numero di teste raddoppiato. Gli imperi infatti, già dai tempi di Costantino il Grande, hanno sempre usato l’aquila bicipite come proprio simbolo. Le aquile a due teste presenti in città sono rimaste a testimonianza dei tempi dell’impero.

Oggi l’Austria, che non è più a capo di un impero, si accontenta di farsi rappresentare da aquile con una testa sola.

Carla Muschio
Scrivimi e visita il mio sito

Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *