Gigino Ancia r.i.p.

loureedbiondino

Anche noi petrosi lamentiamo, ancorché in ritardo (giammai s’è in ritardo per le larme, quando di cotanto menestrello assenza si piagne), la dipartita del noto cantore del Novo mondo Gigino Ancia, noto ne le sue terre come Lou Reed.
Di lui ricordiamo i numerosi suoi sublimi carmi quali Lo die sanza fallo, Debosciato, Sirocchia Raimonda, Madonna tentatrice, Sozza calle, A qual uopo?, L’astro amoroso, Dulce Ioanna, Candente lume candente tepore, Lo mattin del dì di festa, e infine questa Selvatico inceder che traducemmo.

Mastro Giulio
(et Andrea “Valerio” Del Cantone,
et l’altri tuti in spirto).