Sui brasato! / Chop suey!

mortedellaluna

(Traduzione curata da Andrea “Valerio” Del Cantone di Chop suey! dei System Of A Down – cliccare sul titolo per il testo originale)

I menestrelli che composero la canzone principiamente l’avevan nomata Suicidio, rimpicciolita sovente al diminutivo “Sui” durante l’arrangiamento di vielle e tamburelli, sollevando polemiche appo il pubblico degli addetti ai trobalavori. Lassi di cotanto baccanar per nulla, i menestrelli pronunciarono -così narra la leggenda- la frase “Ahinoi, lasso, qual questione cinobalenica e filorchitica. Finimola col titolo: “Sui” sparito, tolto, tagliato, brasato! Eppur del testo nulla cangia”. E  parte di tale ragionato sbotto rimase e si trasformò nel titolo della canzone, oltre che essere mantello in favella di un piatto del Catai, il sui brasato, appunto, a base di suiniche ciccezze pestate e tagliate insieme ad altri carni, verzure, spaghettama e intingoli.

SUI BRASATO!

Or destati, su dal giaciglio susati,
orsù, a lo fattibello [1] ratta adusati [2]
pe’ ascondere stimmate, crosta et bussa [3]
sì che ningun tengati per concussa [4].

Per che cagion le chiavi in su la tavola?
A guisa di creare nova favola? [5]
Volevi col fattibello celare
le busse, forse, et poscia ‘l batassare [6].

Tengo che punto tu creda al desio
mio mortal, e fariseo sare’ io [7].
Et io, quanno gli agnoli [8] di perire
han merto [9], larmo [10]: nol puoto patire.

Nelle tue mani, padre, io commendo
l’alma e lo spirto mio [11], tuto me arrendo:
per il che tu solo m’abbandonasti?
Da mente, core e rai [12] tu mi cacciasti?

********************

[1] Belletto. [2] Abituati. [3] “Bussa” vale per il suo risultato: il segno di una botta. [4] Nessuno deve accorgersi di quanto la donna sia scossa (concussa) per le busse recepite. Principia a delinearsi un antidillio amoroso: ei pesta ella (forse fino a morte: quando gli angeli di perir han merito, si avanzerà più avanti) e poi, fariseo, al suicidio penserebbe (vedi [7]). Altri han visto nella composizione un rapporto padre-figlia premontessoriano. [5] L’abbandono delle chiavi sul desco è pretesto per una nuova, atra favola, di busse e percosse cucita? [6] Scuotere. [7] Mortal: vale “di morte”. Per il resto, vedi quanto anticipato a [5]. [8] Angeli. [9] Merito. [10] Piango: il protagonista larma su quanto subisce (per propria mano: sublime logica) l’angelica donzella. [11] Fariseo davvero: citando Gesù il protagonista si rivolge al Dio, chiedendo perché l’abbia abbandonato, costringendolo a pistare come in un mortaio l’angelica. Di contro: nell’ultima strofa potrebbe essere l’angelica a parlare, rivolgendosi al proprio uomo/padre e contemporaneamente a una divina presenza (piuttosto assente). [12] Occhi.

Informazioni su Mastro Giulio

Nacqui, conobbi la letteratura, conobbi il rock'nroll, li fusi.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *