Sotto casa

Cinema. Oppure: Internet. Si è infatti conclusa l’edizione 2011 di “Talenti in corto”, che ha selezionato per la finale 3 corti cinematografici, votati in vario modo da 57091 persone: sono corti cinematografici, ma vengono visti e votati in rete. Quindi: cine o rete? Fate vobis. I corti in questione sono: Black out, di Daniele Riccioni; Sotto casa, di Alessio Lauria; e Il numero di Sharon, di Roberto Gagnor.
Nel primo, il problema è la cottura di una cotoletta surgelata e una luce che va via, più due palazzine che si fronteggiano meno due candele. Nel secondo, il problema è quello di trovare un parcheggio e di uno che lo trova non vicino a casa ma proprio sotto, più il fatto di fare un figlio e dirlo (lo: del parcheggio) ai propri genitori e meno il fatto di dover muovere la macchina il giorno dopo. Nel terzo, il problema è di stare in un paese senza tacche cellulari e di un black out (un altro) durante una chat casuale, più una ricerca condotta con passione meno un colpo di costanza (ma più un colpetto di culetto). Chi vincerà?
Per vedere Black out e Il numero di Sharon andate qui.
Per vedere Sotto casa (i cui presupposti sono stranoti a Bologna e poco a Imola), è qui sotto.

VIDEO: SOTTO CASA

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *