Sol’vyčegodsk, Russia: una città del sale. 6. Le acque interne

Sol’vyčegodsk è tutta una città d’acqua. All’acqua deve la sua fortuna, dall’estrazione del sale all’attività termale di oggi, e da varie acque è solcata. Oltre al grande fiume, ci sono due laghetti. Uno, molto vicino al fiume Vyčegda, veniva usato dagli Stroganov per coltivarvi perle, utilizzate per i ricami sui vestimenti sacri e sulle icone, ma anche come materiale di gioielleria.

L’altro lago, collocato alle spalle della città, presidiato da una casetta che sembra progettata da Aldo Rossi, è il prezioso lago da cui provengono i fanghi per i bagni termali. Vi abita una sanissima comunità di anatre che si fa ammirare anche nei vari rivoli che costituiscono l’articolata rete idrica della città, suscitando ammirazione sempre nuova in bambini, turisti e fotografi.

Carla Muschio
Scrivimi e visita il mio sito

Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *