Sanno ‘l Natal? / Do they know it’s Christmas?

sannolnatal

(Trad. a cura di Mastro Giulio di Do They Know It’s Christmas?, della Band Aid – cliccare sul titolo per il testo originale).

Un’altra lirica d’argomento natalizio, in questo caso scritta per ricordare – tra bagordi, spese da legge finanziaria del Burundi e cene da arresto cardiocircolatorio – anche coloro i quali hanno meno di noi e vivono peggio, per un Natale davvero di cuore – magari senza quel volgar moto d’animo, stigmatizzato anche nel testo, che ci porta a dire “meglio a te che a me”, e che porta con sé l’osceno gesto apotropaico che comporta l’allungamento della mano… ma chiudiamo qui per decenza.

Buon Natale!

Parole

SANNO ‘L NATAL?

Ecco, s’approssima il lieto Natale:
fuggan paura e tremori dal core!
Ecco che giunge l’amato Natale:
scacci le tenebre il divin fulgore!

Sorga un sorriso dall’opimi[1] borghi
di grata gioia pe’ divini doni;
ch’abbraccio universal dal cor ci sgorghi
nell’ore in cui siam tutti assai più buoni.

Ma giammai sfugga di mente la prece
per que’ che menan[2] altra grama vita:
perché nell’ore liete è d’uopo e dece[3],
pur arduo, pensa’ a’ luoghi ove abìta

paura e dove tristo orrore regna,
ove la sola acqua ch’è lor dono
è l’atra larma[4] che la guancia segna.
E quello che per noi è il lieto suono

della squilla[5] ch’annunzia il Redentore
per loro è il rintoccar di cupo fato;
che loro no e noi ‘l s’abbia scampato[6],
il “grazie” è oscen pensiero tentatore.

Né fiocchi candidi avranno quest’anno
e vita fia[7] sol dono, lì ove mai
veruna cosa scorre e infurian rai
di Febo ch’ivi oscura e mena danno

tal che del Natal santo nulla sanno.
Ma verso il sol il calice si levi
a gloria dei fratelli uman coevi:
l’orbe nutriam e allor Natal sapranno!

_________

[1] Ricchi. [2] Conducono. [3] È cosa opportuna. [4] Lacrima nera, amara. [5] Campana. [6] Oggetto di “grazie”: è tentazione oscena quella di pensare “grazie che noi abbiam scmpato quel destino mentre loro no”. [7] Sarà.

Musica

 

Parole foreste
DO THEY KNOW IT’S CHRISTMAS?

It’s Christmas time,
there’s no need to be afraid
At Christmas time,
we let in light and we banish shade
And in our world of plenty
we can spread a smile of joy
Throw your arms around the world
at Christmas time

But say a prayer,
pray for the other ones
At Christmas time it’s hard,
but when you’re having fun
There’s a world outside your window,
and it’s a world of dread and fear
Where the only water flowing
is the bitter sting of tears
And the Christmas bells that ring there
are the clanging chimes of doom
Well tonight thank God it’s them
instead of you

And there won’t be snow in Africa this Christmas time
The greatest gift they’ll get this year is life(Oooh)
Where nothing ever grows
No rain or rivers flow
Do they know it’s Christmas time at all?

Here’s to you raise a glass for everyone
Here’s to them underneath that burning sun
Do they know it’s Christmas time at all?

Feed the world
Feed the world
Feed the world
Let them know it’s Christmas time again

Feed the world
Let them know it’s Christmas time again

Proponi la tua rima petrosa (dopo aver consultato le liste)
Mastro Giulio e visita il suo sito

Informazioni su Mastro Giulio

Nacqui, conobbi la letteratura, conobbi il rock'n'roll, li fusi.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *