Riccio nella nebbia

riccio_nella_nebbia

Riccio nella nebbia, animazione del 1975 di Jurij Borisovic Norsctejn, racconta con una propria, forte poetica la storia di un piccolo riccio (la voce originale è di Mariya Vinogradova) che ogni sera si incontra con il suo amico orso (gli dà voce Vyacheslav Nevinniy) a bere il tè, scambiare qualche chiacchiera e contare le stelle.
Un giorno, il riccetto vuole raggiungere l’amico recando seco marmellata di lamponi; lungo la strada, attraverso un bosco immerso nella nebbia (come in un bicchiere di latte e menta, quasi potrebbe cantare Paolo Conte), scorge una cavalla in piedi in mezzo alla nebbia e si chiede: ma se si addormenta nella nebbia, muore annegata? E parte in esplorazione, trovandosi immerso (proprio) in un mondo di silenzi e rumori, alte erbe e stelle accese, creature bizzarre e/o terrificanti (gufo, pipistrello), misteriose (cavalla, quercia), benevole (cane), soccorritrici anche se potenzialmente spaventose (pesce).
Una delle più belle rappresentazioni dell’infanzia e dei suoi non detti che mi sia capitato di vedere.
Come dice la voce dedicatagli su Wikipedia, quest’opera «anticipa alcune delle visioni oniriche e misteriose che costituiranno l’anima del più celebre dei film di Norsctejn, Il racconto dei racconti».

 

VIDEO: RICCIO NELLA NEBBIA

 

 

Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *