Quel che non vedi

quelchenonvedi3

Quel che non vedi è tutto quello che vorresti vedere: così recita la scritta in inglese di questa pubblicità del marchio di intimo femminile Jane Pain (Argentina), che ha vinto il Lapiz de Oro & Gran Prix de Bronce Clarín, premi che danno (ma dai?) in Argentina. Le fotografie sono di Natasha Ygel, della quale il sito eccolo qua, e la notizia l’ho letta su Women 24.

Quel che leggi

Pubblicità intelligente o solo impressionante? Dipende molto da chi siete voi, o bersagli di tanta pubblicità: uomini, donne etero, donne omo, transgeneri… Se la pubblicità è diretta a donne eterosessuali e dalla mente non colonizzata a uso e consumo degli uomini, mi sa che va un po’ fuori (a meno che lo scopo non sia far parlar di sé e basta. E: sì, lo so, quel che non vedi è la biancheria intima, mica puppe & patonza… ma smettetela, via). Comunque.
Provate, dopo, a guardare le ultime due immagini, allontanandovi dallo schermo (prese invece da 4chan), cosa vedete? Una lampada o…? Una scollatura o…?
Da un sondaggino interno, dopo le prime tre le ultime due vengono lette in una maniera sola, ginomorfica. Le esperienze e il contesto cambiano le nostre percezioni: le stesse due immagini, in un catalogo di lampadari o in una mostra sui libri, verrebbero viste in maniera diversa. Forse (ebbene sì, ho la mente zozza; però se le guardo da vicino vedo solo una lampada e un libro aperto).

Quel che vedi

quelchenonvedi2

quelchenonvedi1

Buona lettura alla luce di una lampada

lampadagambe

libripuppe

Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *