Porte d’Antibes. 5. Fontane

Antibes è punteggiata di fontane, che offrono democraticamente a tutti fresca acqua di montagna, proveniente dai territori alle spalle della città. Così, in aggiunta alla vita che proviene dall’acqua del mare, c’è la vita dei campi e degli uomini che gode dell’agio dell’abbondanza d’acqua dolce.

Coloro che nel corso dei secoli, a partire dai Romani, hanno incanalato delle acque per portarle ad Antibes sono giustamente considerati benefattori e menzionati sulle colonne delle fontane. Uno di costoro è il colonnello d’Aguillon, che nel 1785 diresse i lavori per aumentare l’approvvigionamento idrico della città. Egli ispezionò i resti degli acquedotti romani della Bouillide e di Fontvieille e li trovò così ben costruiti che si limitò a completarli, invece di sostituirli.

Carla Muschio
Scrivimi e visita il mio sito

Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *