Ottopodi

oktapodi

Il cortone animato di oggi, in originale Oktapodi, è stato creato da sei studenti del terz’anno della francese Gobelins L’ecole de l’image nel 2007: sei mesi di lavorazione e una collaborazione intercontinentale dopo (con il musicista Kenny Wood, che ha scritto le musiche al violino poi suonate da Dorothy Kwon), il risultato è riprodotto qui sotto e ha corso per gli oscar dedicati al miglior cortone animato del 2009 (sul sito ufficiale un gustoso dietro le quinte della lavorazione). Ottopodi narra la storia di due polpi innamorati, divisi perché “poi più che l’amor poté il digiuno”, ma di qualcuno che voleva un’insalata di mare. L’ottopode rimasto nell’acquario-recinto tuttavia non si dà per vinto, e si getta all’inseguimento dello spolpatore per le strade, e le case, e le piscine, e i fili della biancheria, di un paesino mediterraneo. E alla fine, tutto è bene quel che finisce bene; ma è bene anche quel che non finisce, e continua nella testa dello spettatore.

 

OTTOPODI

Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *