Ode a la sirena / Song to the siren

odeallasirena

(Traduzione curata da Mastro Giulio di Song To The Siren, di Tim Buckley – clicca sul titolo per il testo originale)

Un sublime canto d’amore, che narra come esso possa essere guida nei momenti di smarrimento ma anche periglioso scoglio.

Parole
ODE A LA SIRENA.

Sanza governo o meta,
su ocean di navi casso[1],
lunge mia ore lieta[2]
tentai con duro passo[3];

poi de’ tuo’ lum[4] l’incanto
e tue dite ammalianti
mio cor trasser daccanto
ai lidi da cui canti:

“Or vieni, a me fa’ vela
ché ben t’embracciarìa[5];
tuo spirto pace anela,
mio sen qui te disìa”.

Sognai che me sognasti?
Fosti tu forse levre[6]
e volpe io? Inclinasti
mia stolta nave a fevre[7]

d’amor deluso, e intoni:
“Me non sfiorar: dimane
torna!” E il cor di magoni
s’invereconda[8], inane.

Sgomento qual infante,
enimma[9] di marea;
su pietre d’onde frante
o sposo all’atra[10] dea?

Et or son io a cantare:
“Or vieni! Or a me nata[11]!
Te avvolger e embracciare
attendo: or vien, mia amata”.
________________________________

[1] Privo. [2]”Bocca felice”: sorriso. [3] Con grande sforzo (cercai di sorridere. [4] Dei tuoi occhi. [5] Ti abbraccerei. [6] Lepre. [7] Febbre. [8] Prova imbarazzo. [9] Enigma. [10] Scura (Atra dea= la Morte). [11] Imperativo di “natare”=nuotare.

Musica

Parole foreste
Song To The Siren
(Tim Buckley/Larry Beckett)

Long afloat on shipless oceans
I did all my best to smile
‘Til your singing eyes and fingers
Drew me loving to your isle
And you sang
Sail to me, sail to me
Let me enfold you
Here I am, here I am, waiting to hold you

Did I dream you dreamed about me?
Were you hare when I was fox?
Now my foolish boat is leaning
Broken lovelorn on your rocks,
For you sing
Touch me not, touch me not,
Come back tomorrow
O my heart, O my heart shies from the sorrow

I am puzzled as the newborn child
I am riddled as the tide:
Should I stand amid the breakers?
Should I lie with Death my bride?
Hear me sing,
Swim to me, swim to me, let me enfold you
Here I am, here I am, waiting to hold you.

Proponi la tua rima petrosa (dopo aver consultato le liste)
Mastro Giulio e visita il suo sito

Informazioni su Mastro Giulio

Nacqui, conobbi la letteratura, conobbi il rock'n'roll, li fusi.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *