M’è in grado Cioppino / I like Chopin

(Traduzione a cura di Andrea “Valerio” del Cantone di I Like Chopin di Gazebo – cliccare sul titolo per il testo originale)

Non è solo il riferimento al musico a posdatare questa lirica ad epoca tutto sommato non lontana, ma anche un uso libero del verso sicuramente postelisabettiano col quale l’autore, mentre da una parte rivendica l’amore per l’eleganza e la sobrietà delle forme (citando appunto un musico elegante come il buon Federigo), dall’altra dimostra di amare anche la passione che caratterizza le composizioni cioppiniane, lasciando che essa fluisca libera fino a minare la struttura stessa del verso e delle strofe.
Un carme perciò decisamente moderno pur mentre rivendica la classicità.

Parole

M’È IN GRADO CIOPPINO

Rimembra lo cembale[1]
desueto, deliziale,
et la prisca sensanza[2]
ch’a’ sensi dà turbanza.

I’ solea profferire
che m’è in grado Cioppino[3],
adamami[4] tosto e sanza finire.

Dì guazzosi[5] al desìo
numqua certan[6] l’addio,
allorché siam accolti[7];

guazzosi dì ne’ vostri
rai[8] crescon: mi si mostri
ov’è uopo io mi volti.

Figura[9] ‘l tuo sembiante
di sol affigurato:
ciel oltremarinato[10],
distraimento incessante.

I’ solea profferire
che m’è in grado Cioppino,
adamami tosto e sanza finire.

__________________

[1] Antico strumento a tastiera. [2] Sensazione. “Prisca”: antica al punto di diventare universalmente nota. [3] Musico del secolo scorso, virtuoso del “cembale”. [4] “Amami” rafforzato. [5] Bagnati (di pioggia). [6] Comunicano, dicono. [7]Vicini, insieme. [8] Occhi. [9] Immagina. [10] Di un blu oltremare.

Musica

Parole foreste

I LIKE CHOPIN

Remember that piano
So delightful unusual
That classic sensation
Sentimental confusion

Used to say
I like Chopin
Love me now and again

Rainy days never say goodbye
To desire when we are together
Rainy days growing in your eyes
Tell me where’s my way

Imagine your face
In a sunshine reflection
A vision of blue skies
Forever distractions

Used to say
I like Chopin
Love me now and again

Rainy days never say goodbye
To desire when we are together
Rainy days growing in your eyes
Tell me where’s my way

Proponi la tua rima petrosa a Mastro Giulio e visita il suo sito

Informazioni su Mastro Giulio

Nacqui, conobbi la letteratura, conobbi il rock'nroll, li fusi.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *