Pittura: Martin Wittfooth

 

Decadenza e surrealismo, decomposizione e rinascita, organico e inorganico, suggestioni nate da giochi di parole e cronaca del surriscaldamento, e sopra tutto lo scontro tra natura preumana (tanti, tanti animali) e prodotti dell’umana natura (carcasse di auto, carrarmati, fabbriche, muri) sono tra i temi prediletti di Martin Wittfooth, l’autore di queste immagini. Pittore di poche parole autobiografiche, il suo sito informa che è nato nel 1981, che vive e lavora a New York, Usa e che ha tenuto le seguenti personali: Stagioni che si sciolgono, Castelli di sabbia nella marea, Babilonia, Tempesta, Giardini, Le passioni, Impero.

Tutte le immagini appartengono a Martin Wittfooth – http://martinwittfooth.com

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *