L’ordine come arte: Ursus Wehrli

Allora, gli italiani pizza mafia mandolino baffi neri mamma, i francesi col baschetto pizzetto e la baguette sottobraccio, gli inglesi non sanno cucinare e gli svizzeri sono fissati con l’ordine. Cliché? Almeno uno di questi ad almeno uno è piaciuto, allo svizzero Ursus Wehrli (qui il sito) che nei suoi libri dedicati a “Mettere l’arte in ordine” e “L’arte di ripulire” si dedica a rimettere a posto gli elementi che compongono quadri e oggetti del mondo che ci circonda secondo un qualche ordine (cromatico, alfabetico, dimensionale, folle).
Guardare sotto per vedere cosa capita a Kandinsky e Magritte, a un parcheggio e all’universo (alcune immagini avevano in origine forme geometriche disordinatamente disomogenee: quadrati e rettangoli. Ma sono state rimesse in riga).

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *