Le ciliegie parlano / Roberto Bolaño, Chiamate telefoniche

telefonare

Chiamate telefoniche, la prima delle opere di Roberto Bolaño che mi sia capitata tra le mani (grazie, Marco), scritta nel ‘97 e pubblicata in Italia da case editrici del calibro di Sellerio (nel 2000) e Adelphi (di recente). In questo libro l’autore padroneggia una scrittura asciutta e completamente consapevole di sè, senza sbavature né appesantimenti di nessun tipo, capace di mobilitarsi tra le situazioni e dentro la narrazione come in un labirinto conosciuto, con passo scattante. bolano_telefonateE non è forse un caso che in questo libro il segreto sia nascosto proprio nel ritmo: i racconti sembrano averne (e di fatto ne hanno) uno costantemente crescente che però, improvvisamente e con sapienza, Bolaño è capace di stroncare nel senso letterale della parola. Come a dire che anche questi suoi personaggi disgraziati – borderline, artisti, malavitosi, assassini per caso, disperati, innamorati fino all’osso – hanno bisogno d’essere frenati proprio quando i loro intenti peggiori rischiano di avverarsi sul serio. Come dire che qui è lo scrittore che comanda, e al lettore è fatta specifica richiesta di dimostrarsi ricettivo e pronto ad ogni epilogo di sorta, anche il più (dis)sgraziato. Perché è così la vita e non solo queste invenzioni (?).
Quattro ciliegie cilieginacilieginacilieginaciliegina.

Le ciliegie parlano
è un progetto di Giorgia e Gaia
dedicato a Italo Calvino
e a Francesco De Gregori.

Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *