Le ciliegie parlano / Heinrich Böll, E non disse nemmeno una parola

boll_enondisse

[…] Non riesco a immaginarmi niente di più noioso di un uomo in gamba.

La farò breve. Quando sono andata in libreria, due settimane fa, ero decisa a leggere Opinioni di un clown (sotto consiglio di una persona), poi la mia scelta è caduta su E non disse nemmeno una parola, di Heinrich Böll – Premio Nobel per la letteratura nel ‘72, io nemmeno lo sapevo. Mia sorella che ha dodici anni una volta mi disse che non si giudica un libro dalla copertina (sì, è saccente, e chissà da dove l’ha scovata, quella frase) ma è proprio quello che ho fatto e ciò che mi ha guidata; la copertina dell’edizione che ho comprato (Mondadori) mi ha ipnotizzata, è una fotografia di August Sander che evoca semplicità e bellezza sublime.
E’ come il libro che rappresenta, a due voci, quella di un marito (Fred) e di sua moglie (Käte), una disperata, povera, miserabile coppia che non vive più insieme nella quale le parti di uomo e donna sembrano capovolgersi – tenace, combattiva e decisa lei, ferito, combattuto dai rimorsi e oppresso lui, Fred ha timore delle responsabilità e del rumore del vivere dei suoi bambini che comunque, per cause di forza maggiore, ama. E’ il racconto di un loro incontro (uno dei tanti, probabilmente l’ultimo) che si scandisce tra passeggiate per una fiera di paese, scale d’alberghi e luoghi che preservano la sicurezza del loro ritrovarsi e stare insieme ancora, tra visioni fugaci delle vite che rotolano attorno, da colazioni in un bar dove osservare il mondo, dalle voglie irresistibili e da certezze da consolidare.
Quest’opera è scritta in modo splendido ma c’è anche da dire che a me serve poco per pensare a una cosa del genere, ogni volta che leggo. Le parole sono il miglior incantesimo.
Quattro ciliegie cilieginacilieginacilieginaciliegina.

«Vorrei sapere, per esempio, perchè mi hai sposata».
«Per via della colazione» spiegai. «Cercavo qualcuno con cui poter fare colazione per tutta la vita, e la mia scelta – si dice così, no? – cadde su di te. Sei stata una magnifica compagna di colazioni».

Le ciliegie parlano
è un progetto di Giorgia e Gaia
dedicato a Italo Calvino
e a Francesco De Gregori.

Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *