L’arte allora e l’arte oggi

Ha ormai assunto le dimensioni di un piccolo fenomeno, e il tema è uno di quelli buono per le chiacchiere su un autobus e su quelle serie daverio. E’ una coppia di immagini,  accompagnate da due scritte e sta facendo il giro della rete. L’immagine sopra è presentata dalla dicitura L’arte, allora, mentre l’immagine sotto è presentata dalla scritta L’arte, ora. Il concetto più o meno è questo: prima pittori e scultori erano sempre più bravi di un pubblico cui comunicavano immediatamente qualcosa di bello (magari doloroso o triste o epico o fronzoluto, ma bello); oggi pittori e scultori hanno un’idea e la mettono in scena come chiunque altro potrebbe fare. Alcuni, almeno (Bansky non è così, tanto per dirne uno fra molti – anche se sbaglio sempre a scrivere il nome. Banksy, dio diavolo). Allora, tanta di quella di oggi è vera arte o vera fuffa?
Ai posteriori l’ardua sentenza.

(Ma andate a lavora’)

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *