La vista di Orione

vistadiorione

Lettore, leggi il testo sotto. Poi tocca a te. Sei invitato ad andare oltre il testo leggendolo come un’allegoria. Non c’e’ un’unica soluzione. Vanno bene tutte le chiavi, pur che aprano verso significati nuovi. Inviami la tua risposta entro lunedi’ prossimo. Le letture piu’ belle saranno pubblicate nella vetrina. Alla fine dell’anno 2013 si vincono altri tre libri (i primi tre son già stati spediti), assegnati a suo capriccio da uno dei curatori del sito.

Apollodoro ci racconta che Orione giunse un giorno nell’isola di Chios, si innamorò a prima vista della giovane principessa dell’isola, Merope, e subito la sposò. Il padre di Merope e re dell’isola, Oenipon, figlio di Arianna di Creta e del dio Dioniso, voleva liberarsi di Orione. Lo fece ubriacare e quando si fu addormentato lo accecò.
Orione al risveglio si scoprì cieco. Non cedendo alla disperazione, cercò un modo per ritrovare la vista perduta. Si recò da Efesto, il fabbro degli dei, prese un giovane apprendista, se lo pose in spalla e gli ordinò di guidarlo fino alla casa del Sole, in Oriente. Giunto lì, Orione guardò intensamente il volto del Sole e i suoi occhi tornarono a vedere.

Carla Muschio
Scrivimi e visita il mio sito

Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *