La truffa della fama

Questo esperimento sociale, chiamiamolo così, la dice lunga sull’attrazione esercitata dalla cultura poppica sulla cultura moderna, senza bisogno che alcuna credibilità la sostenga.

Queste parole (in traduzione un po’ libera, qui) accompagnano il video di Brett Cohen, che il 27 luglio 2012 ha deciso di prendersi gioco di un po’ di novaiorchesi passeggiando in Times Square abbigliato come si suppone un famoso si abbigli, circondato da guardie del corpo e assistenti e tallonato da paparazzi. Tutti attori.
La burla è iniziata con l’attesa della stella: fotografi, guardie del corpo e assistenti si son messi ad aspettare all’uscita degli studi NBC l’arrivo di -così facevan correr mito- una grande stella, badando bene a non rispondere mai alle domande strane tipo: E chi?
All’arrivo di Brett, l’intelligenza critica degli astanti si avvicinava a un paio di scarpe: pochissimi si son domandati chi fosse, e la stellazza è stata coprotagonista di 300 foto prima che finisse la burla.
Nel video sono presenti anche alcune interviste con chi si era appena fatto fotografare con Brett Cohen: le loro risposte a domande tipo “Come conosci Brett?” e “Quale suo film è il tuo preferito?” da sole valgono la visione.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *