La classe dirigente del Pd va cacciata

illgiaguarohalemacchie

Tra i commenti che ho sentito stamattina: «D’altronde se uno è di destra doveva votare il Pdl… Monti? Eh no, quello butta a sinistra, si voleva alleare con Bersani»; «Bersani? See, cor ca220! Quello ha già detto che si alleerà con Monti, ti pare uno che pensa a sinistra? E’ uno di destra che si vuole infilare a sinistra perché ora la destra non vince. E Bersani vuole quel macellaio? Fanqlo, voto Grillo». Complimenti a Bersani per avere programmato un’alleanza con Monti per il dopoelezioni, e averlo detto a tutti prima delle elezioni. E’ onesto come l’acqua fresca e altrettanto sveglio. Bastaaaaaaaaaaa!

Semplice sinistra

Voglio gente in gamba a guidare la sinistra, gente in gamba e con ideali di sinistra. Oh! Ci vuol tanto? Sinistra / sinistra, mi pare un concetto semplice; in gamba / guidare, anche qui mi pare semplice.
E invece no, perché alla guida ci sono i mitili noti d’apparato, incapaci di staccarsi dallo scoglio della posizione. Quando D’Alema si è dimesso da segretario del partito, che è successo? L’hanno eletto presidente. Pessimi.
La classe dirigente del Pd è colpevole di questa mancata vittoria. E va cambiata, tutta.
Rottamata non piace? Cacciata, allora, se non se ne vuole andare da sola: ci vuole una vera coazione a perdere per ottenere un risultato così penoso. Evidentemente anni di sconfitte hanno strutturato una mente perdente, di quelle che gettano via il fodero della spada prima del duello – il che significa che del fodero non avranno più bisogno, il che significa che si aspettano di perdere.

Una sinistra europea

Ancora non l’han capito che l’avversario non è tale da permettere di non fare campagna elettorale? Che poi andrebbe fatta comunque: qualunque sportivo della domenica sera sa che la gara finisce solo quando è finita: altrimenti si fa come Italia-Francia agli europei di qualche tornata fa, quando si prese due pappine agli ultimi minuti e si perse la coppa.
Se il centro-sinistra ha perso la colpa è dei dirigenti del centro-sinistra. Smettetela di dare la colpa agli altri.
Fatevi vedere da qualcuno bravo in psicopatologie.

(Immagine: un felino con tante di quelle macchie da far tendere il manto al nero. Così, tanto per fare le cose scontate – un’abitudine che al Pd fa ciao con la manina cionca, semiaperta a pugno).
Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

2 risposte a La classe dirigente del Pd va cacciata

  1. pietro dice:

    scusa nini, ma della posizione zerbinesca al governo monti di bersani e dei suoi non dici nulla? se ti sembra poco! come si faceva a votarli? a me questa volta la paura di berlusconi non è bastata, non ne posso proprio più di questa criccasta di persone che come dici tu hanno la mentalità del perdente e quindi solo qeullo sanno fare: perdere. fuori tutti!!!!

    • Coso del Cantone dice:

      pietro, ho iniziato a scrivere in seguito a un commento udito stamattina e poi a un altro, e quindi su ciò verté (ma si dice?) la mia non-analisi. comunque certo, è necessario un uno-due: 1) gente di sinistra a guidare la sinistra (e che quindi di fronte alle richieste di un monti sanno dire i loro no) e 2) gente in gamba e con mentalità al passo coi tempi (che non corrisponde a età anagrafica ma mentale: camilleri sì, napolitano no)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *