Il velo, tra modestia e seduzione. 2. Le leggi dell’Occidente

bambina  mod  light

Cagliari, Festa di Sant’Efisio

Desidero illustrare la situazione legislativa riguardo al velo. In Italia è permesso portare il velo islamico ovunque, anche a scuola, a meno che non occulti del tutto il viso. In quest’ultimo caso infatti si pone un problema di sicurezza: la persona non riconoscibile potrebbe essere chiunque, anche un terrorista.

incontro in aeroporto mod light

Peraltro, nelle vie della moda di Milano ho visto più volte donne islamiche coperte da un velo totale intente a fare shopping e non certo fermate dalla polizia. Sembra un paradosso trovare una donna in burqa in Via Montenapoleone, ma non si dimentichi che l’uso del velo nella religione islamica è previsto solo per le uscite in pubblico. Sotto il burqa quella donna può benissimo portare una minigonna vertiginosa e un trucco seducente, che esibirà solo a casa. Pare, tra l’altro, che l’abbigliamento “da casa” delle donne che portano il velo totale sia particolarmente sexy, forse per compensare la forzata modestia dell’aspetto esibito in pubblico. Come si può capire, la possibilità di fare acquisti in Internet costituisce una grande facilitazione per queste donne.

Milano S copy

La Francia vieta alle ragazze islamiche di indossare il velo a scuola, benché lo conceda alle suore cattoliche. Non credo che ci siano altre scuole europee oltre alle francesi dove il velo sia vietato.

suore 1  mod  light

suore stazione centrale mod  light

In compenso in quasi tutti i paesi nascono continuamente iniziative dei partiti di destra per vietare l’uso del velo islamico vuoi a scuola, al lavoro o in strada. Alla fine non hanno mai successo, perché come si fa a vietare ad altri quello che è stato per secoli un indumento essenziale nella cultura popolare di ogni paese europeo?

Carla Muschio
Scrivimi e visita il mio sito

Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *