Il tango

ARGENTINA TANGO CHAMPIONSHIP

Lettore, leggi la scenetta e risolvi la situazione, o modificala, con le maniere migliori che riesci a pensare. Anche se non mi hai mai scritto, comincia ora. Inviami il tuo testo entro domenica prossima. Saranno gradite anche citazioni stimolanti sull’argomento. Le risposte migliori verranno pubblicate nella vetrina entro il lunedì successivo. Alla fine dell’anno 2014 si vincono tre libri, assegnati a suo capriccio da uno dei curatori del sito.

Carla Muschio
Scrivimi e visita il mio sito

Viola ha studiato danza classica dall’asilo alla terza media, quando, con la ribellione tipica dell’età, ha detto “no” ai due pomeriggi alla settimana alla sbarra, preferendo studiare con le compagne e trovarsi sotto i portici con i compagni.
Ora ha trent’anni e un’amica l’ha convinta a iscriversi insieme al fidanzato a un corso di tango per principianti. Ecco gli allievi ballerini schierati ai bordi del pavimento lucente della sala, mentre la maestra insieme al suo partner spiega i primi passi. Poi sta agli studenti cimentarsi. Mauro, il fidanzato, è goffo e timido nei movimenti. Viola invece impara subito. È lei che guida lui nei primi giri incerti. La maestra le fa un cenno di approvazione.
Alla seconda lezione Viola spicca decisamente come la “prima della classe”, raccogliendo ammirazione dal fidanzato e invidia dall’amica che ha avuto l’idea di quel corso.
Viola si domanda se sia il caso di rivelare al fidanzato e magari anche ai maestri il suo passato di ballerina classica, che spiegherebbe il suo rapido apprendimento e la grazia dei suoi passi. Ma è tanto bello anche godersi il trionfo di essere la più brava…

Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *