Il suonatore di fisarmonica

fisarmonicainstrada

Lettore, leggi la scenetta e risolvi la situazione, o modificala, con le maniere migliori che riesci a pensare. Anche se non mi hai mai scritto, comincia ora. Inviami il tuo testo entro domenica prossima. Saranno gradite anche citazioni stimolanti sull’argomento. Le risposte migliori verranno pubblicate nella vetrina entro il lunedì successivo. A Natale si vincono altri tre libri (i primi tre sono stati già vinti e spediti), assegnati a suo capriccio da uno dei curatori del sito.
(Cliccate sulle linguette delle schede per proseguire
).

Carla Muschio
Scrivimi e visita il mio sito

Marco sta andando a bere una birra con Martina, una ragazza che gli piace e che sta corteggiando da qualche tempo. Nel vagone della metropolitana dove stanno viaggiando si leva un suono di fisarmonica. È un mendicante che chiede la carità suonando, accompagnato da un bambino cencioso che raccoglie le offerte in una lattina. A Marco dà sempre fastidio essere disturbato dai mendicanti e cerca di ignorare la musica e il suonatore, ma non sa quale sia la posizione di Martina e non vorrebbe mai fare brutta figura con lei.
Martina fa per tirare fuori il borsellino e offrire una moneta. Vedendo il gesto, Marco decide di fare il cavaliere. Ferma la mano di Martina e offre addirittura una banconota da 5 euro, per fare bella figura. Lei gli sorride.
Usciti in strada, vengono richiamati da una zingara che chiede la carità. Marco pensa: «Ho già dato» ma di nuovo si preoccupa della reazione di Martina. La ragazza non vorrebbe dare niente alla zingara, lei fa la carità solo agli artisti di strada, ma non vuole apparire meschina agli occhi di Marco, dopo aver visto la sua generosità in metropolitana.

Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *