Il riciclo degli alberi di Natale

spazzanatale  museo spazzaturaMOD LIGHT

Vi sono molti atteggiamenti riguardo al Natale,
e alcuni li possiamo trascurare:
il torpido, il sociale, quello sfacciatamente commerciale,
il rumoroso (essendo i bar aperti fino a mezzanotte),
e l’infantile – che non è quello del bimbo
che crede ogni candela una stella,
e l’angelo dorato spiegante l’ali alla cima dell’albero
non solo una decorazione, ma anche un angelo.

(da T.S. Eliot, La coltura degli alberi di Natale, trad. Roberto Sanesi)

Eliot ha proprio ragione: sull’albero di Natale che sta tutto luccicante e decorato nella casa delle feste è posato un angelo vero. Oggi è il 7 gennaio, però: e l’epifania, si sa, tutte le feste porta via; è tradizione che oggi gli alberi di Natale vengano tolti di casa. E allora, che farne dopo la festa?
Questo reportage da Londra mostra come viene risolta la faccenda in quella città. Certi lo gettano nel sacco grigio del generico, degradandolo da cuore del Natale a spazzatura.

riciclo alberi 5modLIGHT

Eppure la  città ha predisposto dei contenitori nei parchi (quello che si vede qui è nel quartiere di Camden) dove i londinesi possono portare l’albero di Natale per dargli una nuova vita. Molti lo fanno. Tra loro, c’è chi ha così fretta di sbarazzarsene che non si dà nemmeno pena di togliere le palline.

riciclo alberi 1_MOD2_LIGHT

riciclo alberi 2MOD_LIGHT

riciclo alberi 4modLIGHT

creaturadinatale

Poi tra un anno verrà ancora Natale e gli angeli torneranno a posarsi sugli alberi delle feste, su quelli dei buoni e anche su quelli dei cattivi.

Carla Muschio

Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *