Il primo stato

ilprimostato

Una rilettura del Quarto stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo, di ignoto autore, via Puppomanzia (dove il commento citava la canzone Run baby run di Sheryl Crow, trasformando il «Corri tesoro corri» in «Run papy run papy run / e poi inciampa, dai»).
In pratica, la giusta copertina per il fascicolo presentato dalla cocuzza del Pdl all’Ue in cui ricorre contro la sentenza di condanna definitiva a 4 anni, intitolato Cocuzza del Pdl vs. Italia (libera traduzione del vero titolo del fascicolo così come l’ha presentato il condannato: a Cocuzza del Pdl va sostituito il cognome del colpevole, che non scrivo per ragioni di brivido & orrore & raccapriccio e soprattutto noia). Un titolo che del pidello di Arcore è praticamente un’autobiografia formato bacio Peggiorina.
E’ sempre stato così, sin da quando il padrone del centro-destra ha deciso di risolvere per via politica i propri guai giudiziari ed economici (raccontando poi l’esatto inverso, con ampia risonanza presso i suoi media, i complici, gli imbambolati, i distratti).

Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *