Il lato oscuro della topa

Notizia del 31 ottobre, letta su Vogue:

Ieri sera è stato dato l’annuncio shock: la Disney ha comprato la LucasFilm. La casa produttrice, marchio indimenticabile della saga di Guerre stellari, è quindi passata dalle mani del suo fondatore George Lucas a quelle del colosso del papà di Topolino. Il passaggio di proprietà è avvenuto per la cifra (davvero “stellare”) di 4,05 miliardi di dollari (per metà in contanti e per metà in titoli).

Non basta? Dalla stessa fonte:

Parlando della cessione, George Lucas ha detto: “Ora è il momento per me di passare Guerre stellari  a una nuova generazione di produttori cinematografici”. Una nuova generazione, targata Walt Disney, con nuove storie già pronte da essere raccontate: è stato già annunciato, per il 2015, il nuovo -e settimo- capitolo della saga dei Jedi.

Una domanda a questo punto si impone: perché all’epoca han titolato  “Il ritorno dello Jedi” e non “Il ritorno del Jedi”, come italiano vorrebbe? Ah, non si imponeva? Perché, un settimo capitolo sì?

Dice Dart Fener (in originale Darth Vader, che assonava con Dark Father e molto svelava sulla sua natura, in Italia cambiato in Dart Fener per via di un’assonanza diversa, quella con la tazza del cesso):

« Tu non conosci il potere del Lato Oscuro. Io DEVO obbedire al mio Signore. »

Sì, i vaini.

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *