Il dondolo, piano

ildondolopiano

Mi dondolavo su un’altalena, davanti una spiaggia, c’era l’aria ferma delle tarde sere d’estate, al buio di un dopo cena, si sentivano solo il rumore delle posate sui piatti e risate dalle finestre, silenzio, nemmeno il mare si sentiva, era a riposo, quasi volesse celebrare il momento, in quel momento sembrava che lì l’umanità si fosse dimenticata di esistere.
Io mi dondolavo, piano, su e giù e ancora su e giù, un movimento ipnotico.
Accanto a me dondolava una bambina spinta da un’altra bambina, avevano ancora le voci innocenti, intatte.
Ad un certo punto quella che spingeva dice all’altra: Io quando muoio voglio essere sepolta in Russia, a Minsk.
E ha continuato a spingere il dondolo, piano, come una preghiera.

(Immagine via 6vladia6).

Alice in Dustland
Visita il suo sito.

Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *