Henry de La Poer-Beresford, 3° Marchese di Waterford (1811-1859)

marchesebatman1

marchesebatman2

Scampolo turbolento di aristocrazia britannica, Pari d’Irlanda e Conte di Tyrone.

Pravo di animo, arguto nei detti, perso in vani pensieri, furibondo e privo di senno.

Esente da forma debita e proporzione, fu memorando per risse da ubriaco, scherzi brutali e atti tremendi di vandalismo.

Il suo comportamento irregolare e il suo disprezzo per donne e autorità gli valsero il soprannome di «Mad Marchese».

Il 6 Aprile 1837, offuscato l’intelletto da soverchio tracanno, pervenne in groppa ad un cinghiale nella contea del Leicestershire con una combriccola suoi parimenti di malversanti crapuloni.
Il loro ponderato intento era dipingere di rosso l’intera contrada di Melton Mowbray.
Sborniati e volti al torto irruppero nel borgo, appesero un sorvegliante al campanile, arrovesciarono carrozze e vetture, vandalizzarono banche ed uffici postali picchiando ed istoriando di rosso abitanti, masserizie e proprietà, inclusi i gendarmi accorsi a frenare tal sommo grado di delirio.
Dopo un’intera notte di guerriglia, il Marchese smaltì la sbornia in luogo di custodia e fu condannato dalla Corte d’Assise di Derby per sommossa ed istigazione al tumulto popolare.

Apatico agli ammonimenti, alta la fronte ed abitualmente disordinato nel godimento dei piaceri, inziò a girare sui trampoli spaventando e picchiando i viandanti vestito da diavolo.

Guarnito di randello, corna, cappa nera e tacchi a molla, il Mad Marchese percosse, ingiuriò e derubò per oltre un decennio col nome d’arte di «Spring-heeled Jack», detto il Terrore di Londra.

Supereroe malvagio dalle gesta ordite con tale artifizio da divenire mitologiche nel folklore vittoriano, ispirando narrazioni popolari, leggende macabre ed isterie di massa.

Impassibile, cinico e scostumato, morì ubriaco nel tentativo di saltare dal balcone in sella ad un cavallo.

Rebello, inimico Marchese.

Dannato sempre ad aborrire il Lume.

Il più bel fiore coglie, di tutta l’istoria di quei tempi estravaganti.

Sancane
(Altre rimembranze d’eroi e fatti diversi?
Visitate il suo sito)

Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *