Guerra, chi la fa l’aspetti

Un prodotto fresco fresco del 2009 (via The inspiration room), che ha progettato intelligentemente alcuni manifesti per domandare la fine della guerra in Iraq partendo dalla versione inglese del nostro «Chi la fa l’aspetti», cioè «What goes around comes around», che potrebbe suonare tipo «Quel che va in giro torna in giro», e adattando il concetto alla lettera alle colonne disseminate negli Usa (ma anche in tanti posti in Europa. In Italia di sti piloni ne ho visti pochini, però). Responsabili del tutto i creativi di Big Ant International, New York: Alfred S. Park, Frank Anselmo, Francisco Hui e William Tran.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *