Gli amori di Artù

beardley_prefazione

Lettore, in questa rubrica trovi ogni volta la mia narrazione di un episodio del ciclo di re Artù, seguita da una sua variante moderna. Sei invitato a scrivere il finale secondo la tua fantasia, in sintonia o in opposizione alla vicenda base, e inviarlo alla maestra entro le ore 20 di domenica prossima. Le soluzioni migliori saranno pubblicate nella «vetrina» della puntata, insieme al finale della storia scritto da me. A Natale chi avrà dato i contributi più abbondanti e interessanti riceverà un libro omaggio.
(Cliccate sulle linguette delle schede per proseguire. L’immagine è di Aubrey Beardsley, il ritardo nella pubblicazione invece è tutto del gestore del sito. Pardon).

Carla Muschio
Scrivimi e visita il mio sito

 

La storia

Artù, già sposato a Ginevra, riceve una visita della regina Margawse delle isole Orcadi, moglie di re Lot, che giunge accompagnata dai suoi quattro figli. È venuta con cattive intenzioni, per spiare le mosse del re, ma tra i due nasce l’amore. La regina delle Orcadi concepisce un figlio da re Artù e lo chiamerà Mordred.
Il mago Merlino, venuto a conoscenza di questo amore, lo riprova aspramente. Dice ad Artù che la regina delle Orcadi è una sua sorellastra, figlia di Igraine. Artù non conosceva l’identità di sua madre, né Igraine sapeva dove fosse finito il bambino che le avevano tolto alla nascita. Ora il figlio e la madre possono abbracciarsi per la prima volta.

 

La variante

Un concorso fotografico indetto da una marca di fotocamere premia i cinque migliori concorrenti con una settimana di seminario in una località interessante da ritrarre. I cinque vincitori si trovano in Islanda, guidati a fotografarne le bellezze da un artista affermato.
Due dei vincitori, Luisa e Nero, sono quasi coetanei, circa trentenni. Nel corso dei giorni nasce e si consolida una simpatia tra loro. Prima che il seminario sia finito, si trovano a condividere il letto.
Tornano a casa, in Italia. Nero si scopre davvero innamorato di Luisa, che vive in un’altra città. La va a trovare. Alla vigilia del suo arrivo Luisa casualmente racconta al padre del suo nuovo amore. Il padre ha un sussulto all’udire il nome “Nero”. Chiede ragguagli e si incupisce.

Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *