Gesù ti guarda, ohibò

gesutiguarda

Mi son sempre chiesto: ma se non cade foglia che Dio non voglia, se tutto tutto vede, ma proprio tutto, o che popo’ di guardone è? Se avessi i soldi lo trascinerei in un processo per farlo condannare in contumacia. Come per il menagramo di Pirandello (mi pare; quello che si fece accusare per poter avere una sorta di patente di jettatore da usare, visto che per la fama non riusciva a trovar lavoro) e il titolo di principe di Antonio De Curtis, cioè Totò (si fece accusare di essere un falso principe perché fosse riconosciuto principe vero). Pensa che bella idea, faccio causa a Dio per molestie visive: o Dio viene riconosciuto guardone o viene riconosciuto che non esiste o quanto meno è contumace. Facciamo due soldi e poi, dai!
Comunque l’immagine dice: «Gesù ti guarda (e probabilmente si tocca)».

(Via Buio sulle labbra).

Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *