Francia, ciao Perdolo

Nonostante tutte le scene da rotocalco che avrebbero dovuto far sognare una parte di Francia come di fronte ai reali di Gran Bretagna (in un paese dove ai reali hanno fatto saltare la testa), nonostante le aperture a Le Pen (nemmeno Chirac lo fece) e le chiusure ai non francesi, sti zuzzurelloni di francesi non l’hanno votato. Ha vinto Hollande? “Menzogna! Sono io che ho perso”, protesta Sarko(ma), in questa vignetta di Deligne da Urtikan. Un protagonista, sempre (ed evitiamo le battute sulla sua bassa statura, di bassa leganord. E’ inelegante chiamarlo come se fosse il fratello di uno dei sette nani disperso – un altro, cioè. Da noi abbiamo Stronzolo, l’ottavo. Certo però è una bella tentazione, direbbe Oscar Wilde).
Teniamo però per inaggirabile l’essere solitaire, solidaire: se ne è andato uno da noi, se ne è andato uno dalla Francia. E allora…

Ma sì, dai. E grazie a Sawé per il manifesto (purtroppo non ho trovato un collegamento da aggiungere).

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *