Firrai ne le larme / You’ll end up crying

firrailarme

(Traduzione curata da Andrea “Valerio” Del Cantone di You’ll End Up Crying degli A-Ha – cliccare sul titolo per il testo originale)

In questa lirica la voce narrante squaderna una disamina impietosa di una serie di aspetti della vita dell’amata, finché l’ultima strofa non rivela che tale disamina non è del tutto disinteressata.

FIRRAI NE LE LARME

Ne le larme firrai [1],
di tu’ matre li rai [2].
Te stessa mirar: fingi
che impossanza stringi.

Porria ser [3] ito mejo,
ovver ser ito pejo:
tu te stessa potresti
ser stata, et nollo stesti.

Ne le materne braccia
infanzia ti fu sdiaccia [4]:
niun loco ove cader
niun loco ove sbader [5].

Or che t’aderpi [6] alfine
tien delle Parche ‘l crine:
prendendo tutto teco,
vita, se’ tu sol fleco [7]?

Ne le larme firrai,
di tu’ matre li rai,
di quel dolor patendo,
ove null’è difendo [8].

Tutto potè ser mejo,
o ser già stato pejo:
smarrita nel tu’ amor
per tener ancor maggior [9].

Già che t’aderpi fora
saper dovresti ora:
ne le larme firrai
ovunque t’addurrai [10].

Tu tra braccia di madre
cader tien per bugiadre [11],
or che fora t’elevi
ver lo cader t’allevi.

Ne le larme firrai,
di tu’ matre li rai,
fu qualcosa già perso,
sino dall’alfa averso [12].

Tutto potè ser mejo,
o ser già stato pejo:
et quivi torra’ stretto
di me ‘l bisogno netto.

********

[1] Finirai. [2] Occhi. [3] Essere. [4] Si scongelò l’infanzia: crescesti. [5] Svanire. [6] Scalare con difficoltà, arrampicarsi. [7] Flessione, cedimento. [8] Difesa. [9] Ancor di più. [10] Recarsi, tendere verso un luogo. [11] Bugiadre: cadere è bugiardo, impossibile. [12] Alfa: la prima lettera dell’alfabeto, vale “dall’inizio”; averso: mancante. [13] Torra’: avrai.

Informazioni su Mastro Giulio

Nacqui, conobbi la letteratura, conobbi il rock'nroll, li fusi.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *