Elezioni 2013: il Pdl e la Lega hanno perso

elezioni2013_pdl_perso

In seguito a una telefonata con ON LI, mi rendo conto che due buone notizie emergono comunque da queste elezioni:
1) come secondo partito si è affermato il M5s, un partito praticamente invisibile in tv, che ha fatto tanta campagna elettorale nelle piazze e in rete, anche grazie ai militanti (sinistra, ti dice nulla tutto ciò?). E se è vero anche che la campagna elettorale gliel’hanno fatta in parte gli altri (per esempio, questione sindacati: son stato precario fino a 38 anni, senza un sindacato di riferimento, senza possiblità di scioperare perché altrimenti il giorno dopo mi ritrovavo col doppio di lavoro e basta, lavorando a casa, et cetera. E tanto per il M5s han significato la crisi, Bersani che vuole Monti, Vendola che ha ingestito la questione fabbrica/inquinamento in Taranto, Puglia, e il Pdl così e la Lega beccata a rubare), ecco, è altrettanto vero che ce l’hanno fatta senza possedere tre tv e lo strapotere del Pdl, né la territorialità del Pd. Un tizio, un democristiano, era andato per le piazze entrambe le volte in cui si era candidato: e due volte su due Prodi, il tizio, ha battuto il cucuzza del Pdl, sempre senza tv e con la partecipazione della gente;
2) il Pdl ha perso circa 6 milioni di voti, la Lega 1,5 mezzo di voti; e in giro sento dire che «il capo del Pdl ha vinto». Dove? Ha perso 6 milioni di voti. Anche il centro-sinistra ne ha persi, circa la metà di quelli del Pdl; e tanti sono stati i travasi dal Pd al M5s. In ogni caso, lasciando per un attimo perdere quei bischeri dei dirigenti del Pd, il Pdl e il suo capo hanno perso 6 milioni di voti. Bello no? Sei milioni di italiani non hanno più fiducia in loro, e il centro-destra ha avuto esattamente le percentuali previste dai sondaggi. Era difficile non batterlo, ma il centro-sinistra ce l’ha fatta. Bravi. In ogni caso: sei milioni di elettori in meno al Pdl, un milione e mezzo in meno alla Lega.
Son consolazioni.

Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *