Donzella / Woman

donzella

(Traduzione a cura di Mastro Giulio di Woman, di John Lennon – cliccare sul titolo per il testo originale)

A degna celebrazione della muliebre ricorrenza, una lirica nella quale l’autore narra quanto preziosa sia la presenza nella sua vita di un’altra metà del cielo.

DONZELLA.

Donzella, arduo m’è dire
mia mente ch’erra e vaga
sul mio sventato agire;
a te io debbo paga
moral, e a disvelare
vo m’apprestando il core
che grato t’è: svelare
sapesti del clamore
mondan il ver valore.

Donzel, so manifesto
esserti il fanciullino
ch’in d’om sembiante vesto;
donaiti il mio distino
e tien me al cor tuo presso:
ben più tengo esser dritto
che giammai muoia desso
legam, benché trafitto,
ché in ciel negli astri è scritto.

Donzel, t’en priego, ascolta:
giammai t’intesi danno
né alcun dolor in volta.
Le mie parole vanno
a dir, ancora e ancora,
millanta volte mille,
col pien delle tonsille,
che, come t’amo ora,
donzel t’amerò ognora.

Informazioni su Mastro Giulio

Nacqui, conobbi la letteratura, conobbi il rock'nroll, li fusi.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *