Cosa ch’oggidì appresi / Something I learned today

oggihoimparatoasmarrirmi

(Traduzione curata da Mastro Giulio di Something I learned today degli Husker Du – cliccare sul titolo per il testo originale)

Una lirica che illustra il percorso dell’autore alla ricerca della piena consapevolezza di sé e del mondo, nonché della sua via personale di condursi in esso, mediante l’artifizio di comporne il quadro parlando di alcune sue piccole tappe, senza raccontarlo come un grande disegno di cui sieno chiari tutti i dettagli. Al lettore ricomporre l’umore che sottostà agli exempla.

COSA CH’OGGIDI APPRESI.

V’è cosa nova ch’io oggidì ho appreso:
nigro sommar ad albo sol dà griso[1].
Ne la fenestra tengo ‘l guardo fiso,
ne la tua mente i’ non sono ingreso[2].

Oggidì appresi cosa nova, ossia
ch’è d’uopo s’arrestar e il passo ceder
là dove via s’incrocia ad altra via:
non leggi mie ma altrui, cui non vo’ creder.

E infine oggi m’occorse di’imparare
nel sole a non tener lo guardo fiso:
ché, lassando tutto lo lume intrare,
dov’io fui più non saccio[3] né ravviso.

**********

[1] Colori: nigro=nero, albo=bianco, griso=grigio. [2] Entrato. [3] So.

Informazioni su Mastro Giulio

Nacqui, conobbi la letteratura, conobbi il rock'nroll, li fusi.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *