Come hai trovato dove vengo a piangere?

La pubblicazione dell’immagine soprastante, accompagnata dalla frase con cui abbiamo intitolato il pezzo, ha dato origine a una discussione fra tumbleri che è necessario riportare, a suon di immagini. Uno: quanto erano lunghe le gambe della donna? C’è bisogno di gambe liefieldsiane (cercate Rob Liefield in Google immagini per capire cosa si intende), per spiegare la prospettiva.  

Due: ma no, era su un monticello di sabbia.

Tre: see, e nella mano aveva pure la paletta!

Quattro: state rovinando tutto, le cose sono chiarissime. Segue disegno.

Hanno partecipato, a vario titolo: wackd, itswalky, spockvarietyhour, per noi ignoti, ma per sempre* nei nostri cuori d’ora in poi. Per chi è curioso: l’immagine proviene da un libro di John MacDonald, Deadly welcome).

*(= 5 minuti scarsi).

Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *