Come è cambiata la scrivania

ufficiooggi

Il risultato di questa animazione è la scrivania di una persona con una tristezza dentro, ma una tristezza dentro, ma una tristezza dentro che è anche tristezza fuori. Però serve a rendere l’idea, anche se le cose per fortuna sono parecchio più complicate, e le scrivanie più affollate, di così.
E se continua così, tra un po’ sparisce anche il computiere, assorbito dallo scaltrofono (che sta facendo fuori macchine fotografiche, lettori mp3, navigatori da auto, tra un pochino gli scansori…), scaltrofono che prima o poi si integrerà con occhiali tipo quelli di Google.
Ne resterà soltanto unoooooohhhh.

(Via Alice in Dustland).

Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *