Chania: mercato generale

porta mercato MOD  LIGHT

Anche le istituzioni più possenti e le costruzioni più solide non sempre reggono alla prova dei secoli. Il 13/6/1908 il comune di Chania deliberò di abbattere ciò che restava di due bastioni veneziani in rovina, il Santa Maria e il San Giovanni, e di costruire al loro posto un mercato coperto.

formaggi _LIGHT

Per la costruzione si utilizzarono i materiali dei bastioni abbattuti, più altri. Così, quelle pietre e quell’area, invece di occuparsi della difesa della città, passarono a occuparsi della difesa del consumatore.

lampada MOD LIGHT copy

È un edificio imponente a croce greca di vaghe forme neoclassiche all’esterno, razionale e sobrio all’interno. Al centro dei quattro bracci, dei pannelli raccontano con testi e fotografie la storia del mercato, mostrandolo dapprima luogo di allegri commerci, devoluto ad uso militare durante l’occupazione tedesca (II Guerra Mondiale), spoglio durante la guerra civile, trattenuto durante la dittatura dei colonnelli.

banco pesce MOD LIGHT

Ora che la Grecia ha un regime più o meno democratico, nulla dovrebbe ostacolare i commerci e la vitalità del luogo, e in effetti vi fiorisce una grecità molto genuina. Ci sono i pescivendoli e i macellai, più d’uno, con prodotti sempre freschi, data la velocità dello smercio. Ci sono i venditori di formaggio e di olio. Intervallati con i luoghi di vendita ci sono dei ristorantini e caffè, una decina, che servono a prezzi assai moderati piatti tipici greci.

retro MOD  LIGHT

Gli avventori, lo si vede dalla faccia, sono persone autenticamente locali che contribuiscono a creare l’atmosfera del luogo. Ma Chania è una città turistica, oltre che centro agricolo, e il mercato generale lo dimostra.

Carla Muschio
Scrivimi e visita il mio sito

Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *