Johann Wilhelm Ritter (1776-1810)

ritter

Fisico tedesco di pratico intelletto, dependente da vera cognizione.

Mastro campione di elettrochimica ed elettrofisiologia.

Primo uomo nella Storia a sposare una pila voltaica.

Nel 1801, studiando le attinenze tra galvanismo e reattività chimica dell’elettrolisi, sperimentò la sollecitazione muscolare tramite ferri magnetici.

Applicando i poli di una cella Galvanica alle mani, occhi, orecchie, naso e lingua, scoprì le gioie dell’eccitazione elettrica svolgendo su di se scariche tali da impedir la loquela.

Sedutto a tal punto dai teneri vezzi del congegno, si fidanzò col generatore e ne conchiuse rito nuziale.

Ponderata delibera, sancita da ufficiale ministro di culto, che minò inspiegabilmente la sua credibilità accademica.

Di scienzia a modo grande luminare.

Il distinto suo zelo rapisce altrui ad amore, benivoglienza, e dilezione.

Sancane
(Altre rimembranze d’eroi e fatti diversi?
Visitate il suo sito)

Henry de La Poer-Beresford, 3° Marchese di Waterford (1811-1859)

marchesebatman1

marchesebatman2

Scampolo turbolento di aristocrazia britannica, Pari d’Irlanda e Conte di Tyrone.

Pravo di animo, arguto nei detti, perso in vani pensieri, furibondo e privo di senno.

Esente da forma debita e proporzione, fu memorando per risse da ubriaco, scherzi brutali e atti tremendi di vandalismo.

Il suo comportamento irregolare e il suo disprezzo per donne e autorità gli valsero il soprannome di «Mad Marchese».

Il 6 Aprile 1837, offuscato l’intelletto da soverchio tracanno, pervenne in groppa ad un cinghiale nella contea del Leicestershire con una combriccola suoi parimenti di malversanti crapuloni.
Il loro ponderato intento era dipingere di rosso l’intera contrada di Melton Mowbray.
Sborniati e volti al torto irruppero nel borgo, appesero un sorvegliante al campanile, arrovesciarono carrozze e vetture, vandalizzarono banche ed uffici postali picchiando ed istoriando di rosso abitanti, masserizie e proprietà, inclusi i gendarmi accorsi a frenare tal sommo grado di delirio.
Dopo un’intera notte di guerriglia, il Marchese smaltì la sbornia in luogo di custodia e fu condannato dalla Corte d’Assise di Derby per sommossa ed istigazione al tumulto popolare.

Apatico agli ammonimenti, alta la fronte ed abitualmente disordinato nel godimento dei piaceri, inziò a girare sui trampoli spaventando e picchiando i viandanti vestito da diavolo.

Guarnito di randello, corna, cappa nera e tacchi a molla, il Mad Marchese percosse, ingiuriò e derubò per oltre un decennio col nome d’arte di «Spring-heeled Jack», detto il Terrore di Londra.

Supereroe malvagio dalle gesta ordite con tale artifizio da divenire mitologiche nel folklore vittoriano, ispirando narrazioni popolari, leggende macabre ed isterie di massa.

Impassibile, cinico e scostumato, morì ubriaco nel tentativo di saltare dal balcone in sella ad un cavallo.

Rebello, inimico Marchese.

Dannato sempre ad aborrire il Lume.

Il più bel fiore coglie, di tutta l’istoria di quei tempi estravaganti.

Sancane
(Altre rimembranze d’eroi e fatti diversi?
Visitate il suo sito)

Benjamin Franklin (1706-1790)

Franklin

Padre fondatore degli Stati Uniti, scienziato pioniere dal polimorfo talento.

Fu la prima persona ad utilizzare la respirazione bocca a bocca su una vittima di svenimento.

Ovvero un pellicano che lui stesso aveva stravolto con l’elettroshock per eccelso esperimento di rianimazione.

GENIO.

Sancane
(Altre rimembranze d’eroi e fatti diversi?
Visitate il suo sito)

William Price (1800-1893)

williamprice1

williamprice2

Medico gallese di nobile prosapia, sbilenco d’appetito e di ragion pratica.

Con sentenza enfatica d’oracolo, si proclamò Paladino dell’indipendentismo Gallese e liberatore del popolo (per scelta irremovibile del fato).

Vuolsi che avesse un culto speciale per le cerimonie ed i riti sacri de’ Celti.

Promosso a dignità dal fantasma di un Bardo, si nominò uomo reverendo e sommo aruspice di un nuovo ordine spirituale.

Esercitò la funzione dei misteri con riverente ed amorosa osservanza:

– Girava nudo con una volpe in testa
– Si metteva i serpenti negli stivali
– Sparava a chi calpestava le aiuole
-Si mangiava le medaglie

Fedele attempato e provetto, chiamò il figlio Gesù Cristo II

Ministro della religione, fu epigono del ponderato artificio alchemico di trasformare le pietre in oro sputandoci sopra.

Convinto Repubblicano, sostenne la causa Cartista e fuggì a Parigi vestito da donna dopo il fallimento della marcia su Newport nel 1839.

Acclamato da Arthur Conan Doyle come «Sgargiante e romantico cane sciolto ribelle», fu pioniere della legalizzazione della cremazione, del nudismo rituale, della poligamia e del trapianto di pelle esoterico.

Predicò alle moltitudini.

Durante i suoi più famosi servigi sacerdotali, a Eisteddfod e Pontypridd nel 1844, erano presenti solo la figlia e un uomo nudo su una capra che si faceva chiamare Merlino.

Prossimo a cessare, le sue ultime volontà furono la costruzione di un palo di 60 metri a forma di rastrello e «Un bicchiere di champagne».

Morto in concetto di santità.

«I vostri progenitori immortali, a cui dovete l’esistenza come popolo civile»

Ab Aeterno Signore della Chiesa.

Sancane
(Altre rimembranze d’eroi e fatti diversi?
Visitate il suo sito)

Denis Vrain-Lucas (1818-1882)

denisvrain

denisvrain2

Epistolografo menzognero, falsario di reo talento e disonesti costumi.

Ostendando titoli e pompose apparenze, nel 1867 rifilò a Michel Chasles, brillante matematico francese, 1.000 lettere autografe di personaggi illustri del passato, tra cui Aristotele, Giulio Cesare, Vercingetorige, Cleopatra, Pitagora, Giuda, Lazzaro e san Pietro.

I maneggi occulti erano stilati rigorosamente in francese del XVI secolo su carta novella made in France.

Tra siffatti capolavori, spiccano per merito di attendibilità storica:
– Una lettera d’amore da Pitagora a Saffo
– Un reclamo di Lazzaro risorto a san Pietro
– Una lettera di minacce indirizzata a Abele da parte di Caino
– Un’epistola di Blaise Pascal in cui dimostrava di aver scoperto la legge di  gravitazione universale 20 anni prima di Isaac Newton.

Proprio per quest’ultima il brillante erudito spese 150,000 franchi, per poi sottoporla all’Accademia Francese delle Scienze alimentando un’ esilarante querelle che coinvolse per anni studiosi e luminari.

Il caso fu processato dal Tribunale penale della Senna nel 1870, ricordato come il
«Processo Burlesque».

Quando si seppe che Chasles aveva acquistato da Vrain-Lucas, a colpi di milioni, un paio di calzini appartenuti ad Alessandro Magno, il collegio sembrò piuttosto avvinto a ridicolizzare tale creduloneria che a punire il colpevole delle fraudi.

Ridotto a mal termine, Chasles fu sbeffeggiato dall’intero municipio accademico e Denis sparì, libero da pena, dopo aver accumulato una ricchezza significativa e gettato nel caos tutti gli studiosi di Francia.

«Certo assai vedrai sommerso nel falso il creder tuo».

Cavalier d’insidiose malizie.

Onore, per istima, e fama acquistata per virtù.

Sancane
(Altre rimembranze d’eroi e fatti diversi?
Visitate il suo sito)