Il balcone fiorito

concegodvetrina

Lettore, leggi il testo sotto. Poi tocca a te. Sei invitato ad andare oltre il testo leggendolo come un’allegoria. Non c’e’ un’unica soluzione. Vanno bene tutte le chiavi, pur che aprano verso significati nuovi. Inviami la tua risposta entro lunedi’ prossimo. Le letture piu’ belle saranno pubblicate nella vetrina. Alla fine dell’anno 2013 si vincono altri tre libri (i primi tre son già stati spediti), assegnati a suo capriccio da uno dei curatori del sito.

Un uomo aveva un balconcino dove coltivava alcune belle piante. Giunse l’estate. L’uomo partì per un viaggio oltremare. Prima di andarsene, portò i vasi del balcone a casa di un’amica, affinché li accudisse fino al giorno del suo ritorno. Sul balcone restarono solo tre vasi pieni di terra a riposo.
Quale non fu la sorpresa di quell’uomo quando, al ritorno dal viaggio, gli occhi ricolmi di meraviglie, scoprì i suoi vasi ricchi di vita. In sua assenza, il vento aveva lasciato cadere dei semi, la pioggia li aveva innaffiati ed essi avevano messo radici creando un piccolo prato, con i suoi bei fiori gialli e il trifoglio e i delicati occhi della Madonna e gli steli dell’erba verde.
Anche tu, caro lettore, riprendendo le attività consuete dopo l’estate potresti avere la lieta sorpresa di trovare in te pensieri nuovi portati dal vento. Questo ti augura, nel congedarsi per le vacanze, la tua maestra di allegorie.
Ti aspetto il primo lunedì di settembre per riprendere la nostra bella avventura.

Carla Muschio
Scrivimi e visita il mio sito

 

Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *